Quando saliamo su per i monti e la vista spazia libera su prati e pascoli, l’aria fresca spazza via ogni pensiero e le gambe all’improvviso
riacquistano slancio e vitalità, ecco che è arrivato il momento di abbandonarsi alle vere emozioni in montagna.
Gli amanti delle escursioni sui monti non hanno che l’imbarazzo della scelta: non meno di 43 accoglienti rifugi e baite invitano a fare sosta e a rifocillarsi con squisite specialità di malga come il mitico speck o il saporito formaggio grigio. Le maestose cime delle Alpi Breonie o
Alpi di Stubai sono un richiamo davvero irresistibile per chi ambisce in alto. Arrivati in vetta, ci sono ben nove rifugi a ricompensare le fatiche dell’ascesa. A proposito, il Rifugio Biasi al Bicchiere a quota 3195 m è il rifugio più alto dell’Alto Adige e ospita la cappella più alta d’Europa.

Rifugi e baite a Vipiteno & Racines - Mangiare in stube tradizionali

Tra i più bei rifugi dell’Alto Adige ci sono quelli delle tre stazioni sciistiche Racines Giovo, Monte Cavallo e Ladurns. Insieme alle piste ben curate sono il motivo principale per una vacanza piacevole sugli sci. Le malghe in stile altoatesino servono aperitivi e vini raffinati, deliziose specialità come i canederli e dolci fatti in casa come strudel e canederli di albicocca.